Quanto si perde andando in pensione anticipata? Scopri come valutare la tua uscita dal lavoro

immagine dell'autore - MiaPensione
MiaPensione

La vera domanda di tutti i lavoratori che desiderano quanto prima uscire dal lavoro è: quanto si perde andando in pensione anticipata?

La risposta non è semplice.

Molte sono le informazioni errate che circolano tra i lavoratori e i pensionati.

Spesso si sente dire che l’importo pensionistico corrisponde ad una percentuale dell’ultimo stipendio.

Nel caso della pensione anticipata si dice spesso che l’importo viene ridotto del 30%.

In realtà non è così.

Quanto si perde andando in pensione anticipata? E’ davvero così penalizzante


Il calcolo corretto della pensione è molto complesso…

Sarebbe riduttivo dire che è sempre sconveniente andare prima in pensione.

Il pensionamento anticipato nasconde molte insidie, in alcuni casi la riduzione mensile può essere davvero notevole…

In altri casi invece può essere quasi irrilevante.

Se stai leggendo questo articolo nella speranza di scoprire una formula generale che ti dica quanto si perde andando in pensione anticipata

Non è qui che la troverai.

Noi esperti di previdenza sappiamo che ogni caso è unico, e ogni situazione necessita un approfondimento professionale e personalizzato.

Occorre sempre sapere in anticipo quali sono le mosse giuste e come muoversi fino al pensionamento.

Numerose sono le variabili che subentrano nel calcolo pensione, di conseguenza scegliere di andare in pensione anticipata non è semplice.

In molti casi è necessaria una vera e propria “strategia di pensionamento” in grado di farti andare in pensione in totale sicurezza e con l’importo più elevato possibile (nonostante l’anticipo del pensionamento)

Pensi che stia esagerando? Tutt’altro..

Devi sapere che la domanda di pensionamento all’INPS non può essere revocata, una volta arrivati alla data di decorrenza del trattamento.

Di conseguenza, prima di presentare la richiesta occorre essere sicuri che si stia percorrendo la migliore strada possibile per il proprio futuro e quello dei propri cari.

Non sai quanti pensionati si rivolgono al nostro servizio nel tentativo di rimediare a scelte errate e ormai irreparabili.

Si ritrovano infatti a percepire un misero importo pensionistico a vita dopo aver fatto una scelta errata…

E purtroppo la scelta fatta è irreversibile.

Per cui se hai veramente bisogno di andare quanto prima in pensione e vuoi sapere con certezza quanto si perde andando in pensione anticipata…

Devi assolutamente ricevere garanzie sulla tua futura pensione e metterti nella condizione di poter fare la scelta migliore.

Per valutare la tua situazione, e sapere quanto si perde andando in pensione anticipata, nel tuo specifico caso, hai a disposizione tre soluzioni.

  1. Puoi fare una simulazione sul sito dell’inps.
  2. Puoi chiedere assistenza a un patronato della tua città.
  3. Puoi ottenere un consulto con un professionista della previdenza 

Analizziamo insieme queste tre soluzioni.

Simulazione tramite INPS

Spesso il problema di compiere una simulazione sulla propria situazione pensionistica risiede essenzialmente nell’oggettiva complessità previdenziale.

L’utilizzo di questi programmi online presuppongono un’approfondita conoscenza della materia.

Hai solo dei campi da compilare e delle caselle da barrare: se compili il modulo in maniera non corretta, ti ritroverai inevitabilmente con un risultato che non rispecchia la realtà.

Per questo motivo non puoi sapere con certezza, nel tuo caso, quanto si perde andando in pensione anticipata.

Chi prova ad avviare una simulazione in autonomia sul sito dell’Inps spesso ha risultati ambigui e poco affidabili.

Affidarsi a vari servizi gratuiti della tua città

Questa è un’altra delle soluzioni più gettonate dal pensionato/lavoratore.

Caf/patronati infatti offrono servizi gratuiti per il cittadino.

Per questo motivo in molti casi conviene effettivamente mettersi nelle loro mani.

Questi servizi tuttavia presentano alcune problematiche.

  1. Non sono specializzati soltanto in previdenza sociale. Sono generalisti, trattano un po’ tutte le tematiche.
  2. Sono oberati di lavoro. Proprio a causa della gratuità del loro servizio, spesso si ritrovano a gestire migliaia di casi e il grado di approfondimento e personalizzazione delle soluzioni non può essere elevato.

Per questo potrebbero esserci degli errori nelle previsioni pensionistiche…

E in alcuni casi questi errori possono ridurre notevolmente la tua pensione e farti perdere migliaia di euro.

Calcolo pensione errato: 114 MILA euro in meno

Purtroppo, come abbiamo già visto, la domanda di pensionamento è irreversibile.

Devi pretendere garanzie e ottenere dati certi per poter tutelare la tua pensione da spiacevole sorprese.

Potresti infatti ricevere una previsione di importo pari a 1500 euro… 

Per poi ritrovarti con una pensione di soli 1200 al mese.

Si tratta di 300 euro al mese in meno del previsto.

Possono sembrare pochi ma se ci pensi bene sono 3.000 euro in meno in un solo anno.

Come puoi ben capire queste somme possono cambiare il tuo tenore di vita.

Possono infatti fare la differenza tra andare a cena al ristorante, poter fare un bel regalo ai nipotini, fare una vacanza.

Passiamo adesso all’ultima delle tre soluzioni.

Consulenza professionale con esperti di previdenza

La specializzazione di un esperto è fondamentale se hai a cuore la tua pensione e vuoi ottenere garanzie sul tuo futuro pensionistico.

Un esperto di previdenza si occupa solo di pensioni, tutto il giorno, tutti i giorni. 

Hai delle reali garanzie sul calcolo e sulla convenienza delle opzioni di uscita.

Poi c’è anche un altro motivo.

Noi di MiaPensione, infatti, svolgiamo uno studio minuziosamente approfondito della tua situazione, offrendoti la possibilità di scegliere quando e con quanto andare in pensione.

Non ci fermiamo al semplice estratto conto…

I nostri esperti svolgono un’analisi completa che garantisce il calcolo della tua pensione e l’importo a te previsto.

Quello che facciamo noi inoltre è analizzare la tua situazione, le tue esigenze future e trovare insieme a te la migliore strategia per pianificare il tuo futuro.

Vuoi infatti andare in pensione anticipata senza dover rinunciare alla tua pensione?

La nostra consulenza mette a tua disposizione un esperto di previdenza che ti consente di confrontare tutte le opzioni di pensionamento.

Conoscerai con estrema esattezza la data e l’importo di tutte le opzioni disponibili e scoprirai, prima di fare qualsiasi scelta, quanto perdi andando in pensione anticipata…

Scegliendo dunque quando e con quanto andare in pensione.

Assegno di accompagnamento: quanto aumenta l’indennità nel 2024? 
Nel panorama delle prestazioni assistenziali INPS, l’assegno di accompagnamento, insieme alla pensione di invalidità civile,  svolge una funzione di supporto fondamentale per molte persone in condizioni di invalidità.   Quest’anno, l’adeguamento annuale basato sull&...
Leggi tutto
Pensione Quota 103: cosa cambia con la legge di Bilancio 2024
Il panorama delle pensioni in Italia si prepara ad accogliere le novità introdotte dalla legge di Bilancio 2024 che comportano aggiornamenti sostanziali per il regime della pensione quota 103. Questa riforma delineata dalla nuova manovra finanziaria porta con sé estensioni e modific...
Leggi tutto
Pensione anticipata 2024: requisiti e calcolo pensione
Il panorama delle pensioni in Italia affronta significative trasformazioni nel 2024, a seguito dell’entrata in vigore della legge n. 213/2023. Queste variazioni modificano profondamente le condizioni di accesso alla pensione anticipata, nuove regole che impattano sui lavoratori del settor...
Leggi tutto
Flessibilità pensioni: cosa significa e cosa aspettarsi nel 2024
Il sistema pensionistico italiano si prepara ad accogliere cambiamenti cruciali che influenzeranno le dinamiche di ingresso al pensionamento. Sebbene non si profili all’orizzonte una riforma di ampio respiro, importanti aggiustamenti sono previsti in termini di flessibilit...
Leggi tutto
envelopephone-handset